Trekking soft e molte altre attivita’ outdoor

Cerchi un modo divertente e non troppo impegnativo per scoprire posti nuovi immersi nella natura? Eccoti i nostri consigli di “soft trekking”…e molte altre attività outdoor!

Partendo dalla Tana del Tasso, puoi intraprendere infinite passeggiate, dalle più brevi, nei pressi di Cornello, alle più lunghe, per scoprire la valle in tutta la sua bellezza.
Da qui puoi facilmente raggiungere la frazione Bretto di Camerata Cornello (a circa 20min da noi) per visitare la chiesa affrescata di San Ludovico di Tolosa e avere un’insolita panoramica sulla valle (ti suggeriamo di prenotare con qualche giorno di anticipo la visita guidata contattando il Museo dei Tasso e della Storia Postale).

Se ami le passeggiate tranquille, ti consigliamo di ripercorrere alcuni tratti dei percorsi storici che innervano la valle, prima fra tutte la via Mercatorum che attraversa Cornello e che corre proprio davanti la Tana. Questa antica via collega il borgo alla frazione di Oneta (in circa 30/40min scoprirai il piccolo borgo dove si dice sia nata la maschera di Arlecchino. Quì potrai visitare il Museo Casa di Arlecchino e meravigliarti innanzi alla sua stupenda Aula Picta e conoscere l’Homo Selvadego, ma fai attenzione!) o al paese di Dossena (in circa 2ore e 30min raggiungerai il paese e potrai visitare le Miniere e il Museo, il Parco Speleologico -unico in Europa-, il Ponte nel Sole -ponte tibetano a pedata discontinua più lungo al mondo- e la passerella del Becco sospesa nel vuoto sulla selvaggia Val Parina!). Passeggiate di diversa durata ma adatte a tutti, che attraversano boschi e piccole borgate rurali offrendoti ristoro dal caldo.

                

ph. & credits Sam @laio_webdesign_bergamo | scorci di via Mercatorum

Gli itinerari che puoi intraprendere per scoprire le nostre montagne sono infiniti e noi ci troviamo in una collocazione nella valle adatta a raggiungerli tutti!
Percorrendo la Strada Priula, antico percorso fatto realizzare alla fine del Cinquecento dalla Serenissima, puoi provare a cercare le tracce della presenza dei veneziani, distribuite qua e là lungo il territorio. Cerca il leone di San Marco sui ponti o sulle facciate degli edifici…puoi anche percorrere l’ultimo tratto fino al Passo San Marco e, se sei fortunata/o, goderti lo spettacolo dei parapendisti in alta quota!

           

ph. Giulia @arteinvalle | parapendisti al Passo San Marco

Se sei amante dello sport (ma anche se non lo sei) ricorda che puoi scoprire la valle su due ruote prenotando un’e-bike per fare esperienza del territorio in un modo alternativo! Le puoi trovare in moltissime ProLoco ed uffici turistici: a Branzi, Olmo al Brembo, San Pellegrino Terme, Piazzatorre, Dossena…
Con le biciclette o le e-bike, puoi percorrere la ciclabile che collega Zogno a Piazza Brembana. Questo percorso ciclopedonale è adatto anche alle famiglie che vogliono godersi una passeggiata tranquilla lungo le sponde del fiume o, per esempio, sulle rive del Lago del Bernigolo.

Gli spot caratteristici dove fermarsi a fare un pic nic o a godere semplicemente dell’aria fresca, ti si offriranno spontaneamente lungo il percorso.

Anche i nostri laghi sono location ideali per godersi un po’ di pace e serenita! Dal già citato lago del Bernigolo, al Lago di Carona, ai tanti laghetti distribuiti sull’arco delle Orobie (tipo i Laghetti di Ponteranica sopra il Monte Avaro o i più rinomati Laghi Gemelli sopra Roncobello/Carona: questo però è un trekking decisamente poco soft ma meraviglioso!) e se arriverai fino a Foppolo, puoi goderti il fresco dell’altura facendo una piacevole passeggiata lungo il giro della pista di fondo, che offre un panorama unico e mozzafiato in tutte le stagioni.

ph. Stefano Lecchi  | credits Centro Storico Culturale Valle Brembana Felice Riceputi | “Cieli vanitosi”

Se ami la storia, o la scoperta di preziosi beni artistici e culturali, non puoi perderti San Pellegrino Terme, a pochi minuti da noi. Una meta nota soprattutto per le sue terme, ma con una storia affascinante da scoprire passo dopo passo, ammirando le meravigliose testimonianze della Belle Epoque, come il Casinò e il Grand Hotel. Ti sembrerà di essere in un film! 

  ph. Giulia @arteinvalle |  Grand Hotel di San Pellegrino Terme

Non finisce quì: la Valle offre molto di più: nelle sue vallate trasversali come la Val Stabina e la Valle Averara, hai ancora molto da scoprire! Non ti perdere i portici di Averara. Una strada coperta dalle caratteristiche arcate, che ricorda un po’ la nostra qui a Cornello, ma che conserva gli affreschi che rappresentano gli stemmi delle famiglie più importanti del paese, con un affaccio panoramico sulla chiesa e sul paese. In queste terre potrai scoprire le opere dei frescanti Baschenis, distribuite nei comuni dell’alto brembo, meravigliose testimonianze di un’arte del passato che affascina ancora oggi.

Allora, che dici: vieni a trovarci?

|A cura di Erika & Giulia|

IN COPERTINA: ph. Giulia @arteinvalle | Il laghetto dell’oratorio di San Giovanni a Cusio

Comments are closed.
error: Il contenuto è protetto!